Informazioni su Colite

Dieta per diverticolite: sintomi e cura

Dieta per diverticolite: sintomi e cura

diverticolite-cura
La diverticolite è un disturbo molto doloroso e problematico che colpisce la regione addominale sinistra del soggetto. Le cause della diverticolite dipendono dallo stato dei diverticoli, ovvero le cavità delle pareti intestinali, che si gonfiano, sino a generare anche l’irritazione del colon.
Nonostante rappresenti uno dei disturbi intestinali più fastidiosi, specie nella forma di diverticolite acuta, una specifica cura per i diverticoli, associata ad una dieta per la diverticolite, può apportare sollievo estremo all’individuo.
La terapia per i diverticoli può iniziare attraverso la somministrazione di antibiotici che contrastino i batteri che hanno causato questa infezione intestinale e la conseguente irritazione del colon. I sintomi dei diverticoli del colon infatti si combattono efficacemente con il riposo e attraverso una dieta liquida e la giusta dose di antibiotici. Nella cura per i diverticoli gli analgesici non vanno mai assunti con leggerezza, ma sempre sotto stretto consiglio del proprio medico. Questi infatti potrebbero peggiorare il grado di costipazione nell’individuo e quindi rappresentare più che un aiuto, un vero e proprio ostacolo per la cura per diverticoli. E’ fondamentale intervenire in tempo e arginare sin da principio i sintomi in caso di diverticoli infiammati, in modo da scongiurare problematiche ben peggiori. Nei casi più estremi di diverticolite acuta infatti potrà essere necessario persino l’intervento chirurgico. Per risolvere i problemi dei diverticoli del colon generalmente l’ intervento che si esegue è la resezione primaria intestinale. Questo si basa sull’asportazione della zona malata dell’intestino e quindi la sutura delle restanti parti sane. Questo intervento prevede un ampio taglio addominale molto vistoso e non rappresenta proprio una passeggiata, dal punto di vista medico. Per questa ragione una terapia per la diverticolite che contrasti si da subito il processo di infestione dell’intestino e quindi del colon è fondamentale per garantire meno traumi all’organismo.
Per raggiungere questo risultato e quindi curare i diverticoli è importantissimo seguire una specifica dieta per la diverticolite acuta. Seguendo alcune indicazioni si potrebbero evitare guai ben peggiori, quindi prendete appunti e seguire il resto dell’articolo con molta attenzione.
La prima cosa che un medico consiglia quando si manifestano i primi sintomi di un problema ai diverticoli addominali è di intraprendere una dieta leggera, composta quasi interamente da liquidi. I cibi per combattere la diverticolite quindi sono: fesa, brodo, succhi senza polpa, tè e tisane. Altra importante caratteristica della dieta per diverticolite è la quasi completa assenza di fibre. Per sopperire a questa mancanza si consiglia di mangiare: biscotti di riso, riso in bianco, ciambette e muffin, ma anche i rice krispies e i Kellocs Special K. Nella dieta per i diverticoli invece va evitata invece la frutta, soprattutto l’uva, ma anche: angurie, banane, datteri e succhi di frutta in generale, soprattutto quello di prugna e ai frutti di bosco. Anche le patate, i cavoli, la lattuga, la zucca, i funghi, i broccoli,  e i minestroni vanno assolutamente tolti dalla propria dieta alimentare, onde evitare di peggiorare la propria diverticolite. In quei pochi casi in cui vi troverete a mangiare verdure assicuratevi sempre che siano ben cucinate, ricordatevi, ne va della salute del vostro colon!
La giusta cura per diverticoli inizia pertanto dall’escludere definitivamente dalla propria dieta  tutti i cibi fritti, le noci e le lenticchie. Questo è categorico.
Visto il nutrito elenco di queste “mancanze” quindi, per compensare la mancanza di alcuni elementi nutritivi sarà necessario integrare la propria dieta con multivitamine. A questa ragione è sempre consigliabile agire sotto stretto consiglio di uno specialista.
Una volta che i sintomi della diverticolite cominciano a diminuire è auspicabile ricominciare gradualmente a reintegrare le fibre nella propria alimentazione e destare sempre molta attenzione affinchè i cibi siano i più puliti possibile. Non dimenticarti mai che la diverticolite è pur sempre un’infezione intestinale.

Posted in: Diverticolite

Leave a Comment (4) ↓

2 Comments

  1. salvatore giugno 28, 2014

    Il primo attacco di diverticolite lo avuto 1 mese fa con ricovero. Curata con antibiotici via flebo. T.a.c ed ecografia hanno convalidato la diagnosi.
    A distanza di un mese di ripresenta, nonostante mi sia attenuto alla terapia. Nuovamente antibiotici via orale, raggi X per scongiurare la perforazione. terapia immediata al primo sintomo. Non ricovero Fortunatamente, anche se teoricamente e da protocollo necessaria.
    Adesso ho paura che ritorni più tosta di prima. Sto facendo una dieta semi liquida almeno per 10 gg. E continuando la terapia antibiotica con Augmentin 1 bustina ogni 8 ore associato a Levoxacin 500mg una ogni 24h.
    Che altro posso fare per evitare una recidiva?

    reply
    • coliteaddio giugno 29, 2014

      La cosa più importante che deve fare è agire a livello intestinale per attenuare la flogosi presente sulle mucose e pareti. In seguito, ricreare un ambiente a livello organico sfavorevole al ripresentarsi della sintomatologia ora in corso, ripopolando la flora batterica e basificando il Ph, probabilmente in acidosi.

      Il primo intervento quindi è sull’alimentazione. Non conosco le sue abitudini alimentari ne il suo gruppo sanguigno d’appartenenza. Comunque deve approcciarsi ad una dieta anti-infiammatoria, eliminando del tutto per due mesi alcuni alimenti per la sua situazione estremamente nocivi, preferendo per contro altri alimenti utili alla sua situazione.
      Tutto lo schema alimentare, integrato anche da quello previsto per il suo gruppo sanguigno d’appartenenza, lo trova all’interno del P.I.P. ==> http://www.coliteaddio.it/ordina

      Contemporaneamente dovrà integrare alcuni prodotti come il mirtillo rosso, l’aloe vera e alcuni oligoelementi, indispensabili per attenuare del tutto l’infiammazione, ricostituire e riparare le pareti intestinali e ricreare una buona eubiosi.
      Anche qui, lo schema e il programma completo degli integratori naturali e la loro posologia, è tutto all’interno del P.I.P. ==> http://www.coliteaddio.it/ordina

      Nella mia esperienza so bene che una terapia antibiotica prolungata purtroppo non è molto d’aiuto, primo perchè non è completa da uno schema alimentare e da integratori volti a riparare i danni subiti dalle mucose intestinali. Secondo, perchè alla lunga una terapia farmacologica non fa altro che aumentare lo stato infiammatorio organico, aumentando ancor più il livello di acidosi del suo Ph.
      Il repertorio terapeutico che propongo con il P.I.P. ha risolto in maniera permanente centinaia di persone, proprio per il fatto di essere completo e completamente naturale.

      Sperando di esserle stato d’aiuto, le auguro una buona Guarigione!

      dott. Luca Lombardi
      Naturopata
      ColiteAddio.it

      reply

Leave a Comment