Informazioni su Colite

Mal di pancia e dolori da sindrome da colon irritabile

Mal di pancia e dolori da sindrome da colon irritabile
mal-di-pancia-cura

Il mal di pancia è come una catena che ti blocca e ti impedisce di vivere in salute.

 

Ci risiamo. E’ arrivato un’altra volta. Quando ormai ti sembrava di aver ritrovato la meritata felicità, eccolo là a bussare alle porte del tuo intestino gonfio: il mal di pancia.
Anche se le cause potrebbero essere le più disparate, quando la principale fonte di malessere è rappresentata da intensi dolori addominali, non prendere sotto gamba ed esclamare “Nulla di grave, come al solito ho il mal di pancia”, perchè potrebbe invece trattarsi di colite o della sindrome del colon irritabile. Si parla di “sindrome” in ragione del fatto che si caratterizza da una serie di sintomi e tra le cause principali di questo disturbo va certamente menzionata un’alimentazione problematica, accompagnata spesso da stipsi. Seppur non esista un collegamento diretto con la grandezza del buzzo, ma quando l’intestino si dimostra particolarmente gonfio e la SCI ha raggiunto uno stato abbastanza avanzato, è facile costatare nel paziente un’alternanza tra fenomeni di stitichezza e di diarrea. Questo però non rappresenta una regola universale ed esistono numerosi casi di individui colpiti da questo disturbo che non presentano affatto questi sintomi.
Curare un colon sensibile però non vuol dire necessariamente trovare dei rimedi per la stitichezza e risolvere problemi di feci, connessi con l’evacuazione.
Improvvisi dolori intestinali, forti dolori allo stomaco intervallati da stati di stanchezza fisica invece, sembrano rappresentare quasi una norma negli individui con disturbi di questo tipo.
La sindrome del colon irritato è un disturbo che colpisce una grande fetta di popolazione occidentale, anche se non sempre le forme con cui si manifesta sono talmente gravi da obbligare il paziente a cercare una cura.
Dati alla mano sembrerebbe infatti che soltanto il 50% dei soggetti segue in via definitiva una terapia affidabile, mentre buona parte di queste persone sembrerebbe più interessata a superare dolore alla bocca dello stomaco e trattare il problema più come un semplice sofferenza del basso ventre.
Questo dato non va preso con troppa leggerezza perchè si ricorda come gli spasmi ad essa connessa nel tempo tendono ad acutizzarsi. Succede così che, non avendo chiare le origini di questo male, tendiamo a reiterare i fatidici errori alimentari, causa principale di questo disturbo, strettamente connessi con gli spasmi alla pancia e rigonfiamenti all’altezza dello stomaco.
Cercare una cura per il colon irritabile in ogni caso è doveroso, perché migliora decisamente la nostra qualità di vita e quella delle persone che ci circondano. La medicina ha fatto molti passi avanti in questa direzione, ma siamo noi che dobbiamo fare lo sforzo maggiore. Questa è la ragione del successo delle cure della SCI e della colite attraverso basi olististiche, più che a interverti farmacologici, legati alla medicina tradizionale.
Tra le varie cause di questa malattia debilitante vi è, oltre al fattore alimentare, anche quello emotivo, che può condizionare negativamente lo stato di salute dell’individuo, portandolo ad accumulare maggiore stress. Emotività che può condizionare anche la capacità di sopportazione del dolore nel soggetto e quindi determinare l’intensi dolori addominali. Può capitare quindi che quello che un individuo accusi un vivido dolore al ventre, che in un soggetto “sano” potrebbe passare inosservato.
In sostanza si tratta di una debolezza generale a livello dell’organismo e non necessariamente qualcosa di “più doloroso”. Accade quindi che la zona dell’addome sia più sensibile e che si percepisca una sofferenza maggiore in questa area, al di là del reale stato d’irritazione del colon.
Il dolore allo stomaco può essere quindi il risultato di una ipersensibilità della zona addominale, causata da problematica più grande, come la SCI.
Una delle cause del mal di pancia e per questo spesso associata a questo disturboè la stipsi. Trattasi di un disturbo molto fastidioso e frequente. Sembra che questo male, superati i 60 anni, colpisca lo stomaco irritato di una donna ogni 4. Come abbiamo visto in un precedente articolo infatti, i traumi intestinali colpiscono più spesso le ragazze.
Combattere la stitichezza però non sembra rappresentare una priorità per chi ne soffre. Un po’ perché chi ne soffre non tende a parlarne e si chiude in sé stessa, un po’ perché si ha molta confusione sul problema e si sottovalutano la disidratazione che può generare. Cominciare ad informarsi sui problemi che interessano le feci e sui rimedi contro la stitichezza è importante perché spesso può servire per anticipare i tempi e combattere prontamente eventuali altre patologie più gravi che potrebbero emergere in futuro.

Soluzioni pratiche contro il mal di stomaco

La cura del mal di pancia, qualora associata con l’intestino gonfio e adducibile a cattiva alimentazione e stress può essere efficacemente affrontato anche soli, attraverso l’attenta messa in pratica di indicazioni comportamentali e una specifica dieta.
Per ridimensionare l’intensità dei dolori addominali e curare il mal di pancia, attraverso una valida prevenzione, si consiglia di:

  1. Ridurre la quantità di cibi che accumulano gas nella pancia e che possono generare meteorismo intestinale. Frutta come mele e banane in primis, seguite anche da fagioli e broccoli però, oltre a bevande con gas e pane integrale, ricchissimo di fibre, possono fare più felice il ventre.
  2. Non bere MAI bevande servite troppo fredde. Semplicissimo suggerimento, facilissimo da seguire, ma forse uno dei migliori metodi curativi per mal di pancia e le infiammazioni intestinali.
  3. Non mangiare alimenti che già in passato hanno causato dolori addominali, altrimenti non lamentatevi se non trovate una soluzione a questa sofferenza.
  4. Evitare di mangiare sino allo scoppio. Niente più buzzo, ci siamo capiti? La tipica sensazione di “pancia piena” non dovrebbe mai essere avvertita. Alzarsi da tavola un po’ prima. Non è necessario esagerare con il cibo, la tua salute ne gioverà e i dolori allo stomaco, diminuiranno di sicuro.

Essendo però vari i fattori che possono determinare un intestino gonfio, di un’infiammazione nella zona ventrale o l’emergere di qusta temuta sindrome, il consiglio resta quello di seguire un programma personalizzato, specifico per le tue esigenze e curare alla radice la problematica, con la certezza di guarire.
L’importanza dello stomaco è centrale per la funzionalità del corpo umano, imparare a prendersene cura e a trovare dei rimedi in caso di irritabilità dovrebbe essere un dovere nei confronti della splendida vita regalataci. Curare i dolori allo stomaco ci aiuterà a guadagnare autostima e sorrisi e ci consentirà di affrontare la quotidianità con entusiasmo ed energia.

 

Posted in: Sindrome del Colon Irritabile

Leave a Comment (1) ↓

0 Comments

Leave a Comment