Informazioni su Colite

La migliore dieta per depurare l’intestino

La migliore dieta per depurare l’intestino

depurazione-intestinoInnanzi tutto una precisazione. Praticare una depurazione occasionale dell’intestino non può risolvere tutte le complicazioni alimentari generate da anni di cattiva alimentazione. La modalità più adeguata per preservare un colon efficiente e depurare l’intestino in maniera naturale consiste nel seguire quotidianamente una dieta disintossicante, costituita da cibi sani e amici del nostro organismo. Di conseguenza, un impegno costante nei confronti di quello che ingeriamo potrà servire a curare colite e altri disturbi intestinali come la sindrome del colon irritabile.
Uno dei frutti che non potrà mancare nella dieta sarà il mango. Delizioso tanto dal lato del gusto, quanto da quello delle proprietà disintossicanti. Sapore delicato e molto morbido da mordere,  questo frutto è stato apprezzato sin dall’antichità in virtù delle proprietà lassative, tanto da essere oggi assolutamente vietato in ogni dieta per dissenteria. Più il mango sarà acerbo e più sarà utile come rimedio per la dissenteria, ma non bisogna esagerare, perchè quando è più morbido risulta decisamente più buono e quindi più semplice da inserire nella nostra dieta di ogni giorno.
Altro frutto validissimo per depurare l’intestino dalle impurità alimentari, generalmente associate ai cibi raffinati e sintetici, risulta essere la fragola.
Adorata dai bambini e venerata dalle appassionate di dolci, la fragola, soprattutto se fresca, conserva un elevatissimo numero di vitamine e di minerali e favorisce la depurazione dell’organismo a livello intestinale.
Un connubio goloso, ma allo stesso tempo terapeutico per raggiungere il nostro scopo è quello tra fragole e yogurt. E già, perchè anche lo yogurt è ricco di probiotici naturali e serve per riequilibrare l’intestino, riuscendo a mantenere i cibi sempre in movimento all’interno dell’apparato. Occhio però all’etichetta quando acquistiamo uno yogurt per la colite, perchè non tutti i prodotti in commercio sono ottimi per depurare l’intestino. Ogni supermercato offre una grandissima scelta di yogurt, ma non per questo hanno tutti gli stessi benefici sull’organismo. Gran parte di questi yogurt infatti subiscono la pastorizzazione e sono composti da un notevolissimo numero di edulcoranti e di conservanti. Queste sostanze di fatto inibiscono l’azione probiotica e impediscono la sopravvivenza della flora batterica nell’intestino. Per essere sicuri di acquistare uno yogurt che ci faciliti nell’azione di depurare l’intestino, dovremmo scegliere quelli senza zuccheri aggiunti. Lo yogurt, come un po’ tutti i cibi probiotici sono ottimi contro stipsi ed altri disturbi intestinali. Da notare come tutti gli alimenti che derivano da animali erbivori, come il burro o il formaggio, conservano una notevole quantità di probiotici.
La nostra dieta per depurare l’intestino non dovrà mancare dei semi di lino. Questo alimento infatti rappresenta una maniera comoda per apportare fibre e nutrimenti al nostro intestino. Sono molto facili da integrare in una dieta, in quanto possono essere inseriti sia attraverso frullati, che mediante cereali, durante la colazione. I semi della pianta del lino, oltre ad essere un’ottima fonte di fibre e proteine, sono assorbiti comodamente dall’organismo e rientrano tra quei 10 cibi che mantengono in salute il nostro colon e quindi altamente consigliati se si soffre di colon irritabile. Le fibre dei semi di lino infatti lavano le pareti dello stomaco dai rimasugli, contribuendo a depurare l’intestino in maniera più che naturale. Oltre a contenere anche sostanze anti cancerogere che aiutano l’organismo a difendersi da virus e funghi.
Infine, vi lascio con un frullato di facile realizzazione che funziona perfettamente per pulire il colon.
Saranno sufficienti 2 arancie, 5 fragole e 2 pesche mature. Frulliamo il tutto e consumiamo la bibita durante l’arco di almeno 2 settimane. E già, perchè come spiegato in quest’altro artilolo, gli agrumi sono ottime medicine per la salute per nostro corpo.

Posted in: Intestino

Leave a Comment (4) ↓

2 Comments

  1. roberta marzo 10, 2016

    Buongiorno, vorrei sapere se è meglio lasciare in ammollo i semi di lino (acido fitico) oppure consumarli tritati col macinacaffè.
    Vanno bene i semi di chia? hanno lo stesso effetto? Al posto del frullato possiamo usare anche (in inverno) la frutta cotta?
    Grazie
    Roberta

    reply
    • coliteaddio marzo 11, 2016

      In entrambi i casi i semi di lino svolgono un’ottima azione antinfiammatoria.
      Anche i semi di Chia vanno benissimo soprattutto per il loro apporto di calcio
      La frutta cotta soprattutto la sera, come scrivi tu, va molto bene, anche in caso di stipsi

      Luca Lombardi

      reply

Leave a Comment