yogurt-e-coliteAnche se la valutazione sulla validità di un alimento sull’intestino va fatta in maniera sempre puntuale e senza mai generalizzare, esistono molti studi scientifici che confermano come lo yogurt probiotico possa apportare grandi vantaggi nella cura di una colite. Soprattutto quando il paziente con questo disturbo intestinale è afflitto anche da stipsi, la presenza di 2 bacilli, lo  Streptococcus termophilus e il Lactobacillus bulgaricus, può diventare importantissima per riattivare la peristalsi e dare nuova energia al metabolismo.

Una medicina chiamata yogurtiera

Sembra strano ma è proprio così. Lo sa bene il calciatore Darren Fletcher che riferisce di esser guarito dalla colite nervosa grazie allo yogurt di soia. Decisamente più leggero di quello intero, ha il merito di possedere meno calorie e quindi altamente digeribile. Uno prezioso alleato della digestione che, grazie alla minore presenza di lattosio (circa il 4% del totale), tutela meglio i tessuti intestinali e l’attività della flora batterica. Che sia di riso o yogurt di capra non importa, l’aspetto determinante consiste nel non introdurne dosi massicce ogni giorno, ma di iniziare la dieta dello yogurt con calma. Meglio assicurarsi prima della tolleranza all’alimento, prima di combinare un trauma a colon e pareti del condotto digestino.
Utilizzare una yogurtiera in casa può portare benefici decisamente superiori a quelli legati al consumo dei prodotti di una yogurteria. I franchising più noti che si cimentano nella produzione di questo dolce così gustoso, utilizzano ancora troppo zucchero o conservanti aggiunti che rendono lo yogurt consumato di qualità inferiore rispetto a quello che possiamo cucinare con il bimby a casa nostra. Le ricette per farlo sono tante, ci si può sfiziare in tanti modi, ma dovremo fare attenzione a preservare lo stato dei fermenti lattici vivi. E’ tutta qui la chiave del successo del binomio yogurt e colite ed il perchè venga considerato un cibo utile per far passare l’infiammazione del colon.

Le proprietà di un procugino del latte

Va considerato un parente di terzo grado del latte, perchè, conoscendo già i principi alimentari di Coliteaddio, saprete bene della nostra crociata contro il consumo del latte vaccino, fonte di tante allergie e intolleranze alimentari. Eppure la gente si ostina a bere tazzoni di latte freddo la mattina e bicchieri di latte magro la sera, dopo cena, nell’illusione nutrizionale che l’aggettivo “magro” possa ridurre le percentuali di soffrire di pesantezza addominale durante la notte. Se vogliamo guarire definitivamente dalla dolorosa colite, dovremo sostituire il latte con lo yogurt e iniziare a pensare in maniera più scientifica a quello che introduciamo nel nostro organismo, senza quindi stupirci o lamentarci per “inaspettate” cacarelle o peggioramenti dello stato della nostra irritazione al colon. La colite si combatte anche con la testa, allora scopriamo da vicino tutti i benefici associati al consumo di yogurt fatto in casa, o comunque di un prodotto con fermenti vivi, ideale per la proliferazione dei batteri buoni nel nostro intestino, come nel caso dello yogurt kyr o activia. Bada bene che non sarà il sorriso di Alessia Marcuzzi a convincerci, ma un ragionamento ponderato su quelli che sono i componenti presenti in un barattolino di yogurt magro di gran qualità.

  • Prorietà antinfiammatorie. Sgonfia quelle parti irritate, spesso a causa di allergie allo stesso lattosio. In caso i benefici derivati dallo yogurt non siano all’altezza delle aspettative, provare ad inserire tra i pasti il consumo di yogurt comletamente privo di lattosio. In ogni caso è la proteina P40 la paladina della nostra flora intestinale e la responsabile dei miglioramenti che riscontreremo a livello della mucosa. La medesima funzione di cura per la colite è svolta dall’enterogermina, utilissima per difendere l’organismo dall’assalto dei batteri nocivi
  • Miglioramenti sul sistema immunitario. Bere yogurt fa bene. Anche in gravidanza, quando si ha la paura costante che quello che mangiamo possa far male al bambino che si ha in grembo. I fermenti contenuti all’interno hanno effetti benevoli sull’intero tratto gastrointestinale, migliorando la condizione di salute degli altri organi, strettamente connessi con il funzionamento dell’apparato gastrico.
  • Dimagrante. Non solo sgonfia, ma sazia e aiuta i movimenti della digestione e quindi aiuta a bruciare prima quello che mangiamo durante la giornata. A differenza dei formaggi non stagionati, lo yogurt è un prezioso alleato della siluette. Lo sanno bene le donne dello spettacolo che, a cominciare da Alessia Marcuzzi e Simona Ventura, stravedono per lo yogurt frezen e lo usano come vero e proprio pasto completo, durante le calde giornate d’estate.
  • Migliora la circolazione nel sangue. A differenza dei formaggi molli come mascarpone o gongorzola, la leggerezza dello yogurt da bere garantisce un funzionamento più performante del sistema sanguigno e ridurrà i problemi di trombosi o di tumore al colon, a volte connessi con l’eccessivo utilizzo di latte nella propria dieta.
  • Nutriente. Grazie ad elementi come calcio e vitamina D, costituisce un reale toccasana per sopperire a carenze nutritive di vario genere.

Diregibilità contro le fiamme del colon

La spiccata capacità digestiva dello yogurt lo posiziona una spanna sopra rispetto tutti i derivati del latte. E’ stato osservato che, semplicemente inserendo lo yourg nel proprio regime alimentare anti colite ed eliminando il consumo di peperoncino e cibi irritanti come wasabi in pasta e caffè, si è riscontrato un miglioramento immediato nello stato di salute dei malati di colite nervosa, in almeno il 37% dei casi. Un ottima base di partenza per provare a disintossicare il nostro colon, grazie alle proprietà del Lactobacillus.

Meno grane con il Grana

Tra le pietanze tollerate da i pazienti colitici vi sono anche i piatti a base di grano Padano DOP. L’assenza totale di lattosio nella sua realizzazione, soprattutto quando viene cotto al vapore, lo rende del tutto innocuo nei confronti di un intestino irritato, apportandone, in taluni casi, persino dei benefici. Per ridurre la concentrazione di sale durante i pasti, sarà possibile utilizzare il parmigiano ed insaporire così le pietanze delle nostre ricette, senza rischi di alcun tipo.
Salvo casi specifici, non ci sentiremmo mai di privare un paziente con colite tenue di carne o uova, ma se non altro ci riserviamo il diritto di consigliare lui cosa fa bene, senza effettuare troppe rinunce e sacrifici a tavola. Viva i cibi probiotici quindi, di cui lo yogurt è un grande rappresentante e abbasso la cucina eccessivamente speziata e lavorata. Un cibo semplice, proprio come un concetto, si assimila necessariamente meglio di uno troppo sofisticato.
E per tutti i golosi, abbiamo un altro suggerimento. Provate a sostituire la panna e il burro, anche vegetale, con lo yogurt. Il vostro intestino vi ringrazierà. Provare per credere. E se ancora avere qualche dubbio sul fatto che possa risentirne il gusto, date un occhio a questa ricetta a base di yogurt.

Carnevale di verdure con yogurt:

Ingredienti per 2persone

150 g di zucchine
100 g di carote
40 g di peperone giallo
40 g di peperone rosso
1 costa di sedano
1 porro piccolio
succo di un limone
150 g di yogurt di qualità
1 ciuffo di prezzemolo
un pizzico di sale

Sciacquate abbondantemente le verdure con acqua del rubinetto. Tagliate i porri, grattuggiate le zucchine alla julienne e le carote. Quindi spezzettate sedano e peperoni. Mettete tutto in una coppa. Dopo averlo lavato e asciugato, macinate un ciuffo di prezzemolo e aggiungetelo allo yogurt, in cui avrete la premura di depositare un fondo di succo di limone.
Amalgamate tutto il composto sino a renderlo meno liquido e più presentabile, anche alla vista. Aggiungete le verdure con questa squisita salsina a base di yogurt e servite. Una ricetta perfetta per combattere il caldo che sta per arrivare sull’Italia, anche difendensosi con la forchetta.