gastrite-terapiaLa caratteristica principale della gastrite è costituita dall’aumento di secrezione acida da parte del sistema digestivo. La zona maggiormente esposta a questa infiammazione dello stomaco è rappresentata dalla mucosa. Tra gli effetti principali di questa irritazione dell’apparato digerente vi è la nausa, che può sfociare in vomito, bruciore, eruttazioni frequenti, bocca amara, dolore nella zona dello sterno e diarrea acuta, che spesso degenera sotto forma di emorroidi. Esistono alcuni fattori abbastanza conclamati che possono peggiorare lo stato di una gastrite, obbligando il soggetto a sottoporsi ad una cura vera e propria. Tra questi ricordiamo le bevande alcoliche e il caffè, ma anche l’uso continuativo di antinfiammatori.

Tra le cause principali dell’irritazione gastrica ricordiamo l‘Helicobacter pylori, un batterio gram negativo flagellato acidofilo, che trova particolare fertilità nella mucosa intestinale. La cura per questo tipo di disturbo risulta decisamente più difficile, ma non per questo impossibile da curare. I dolori associati alle gastriti, di qualunque tipo esse siano, che si tratti di gastrite nervosa o di gastrite acuta, sono molto intensi.
Esistono però alcune precise accortezze che possono migliorare enormemente le condizioni di salute del soggetto affetto da gastrite e rappresentare quindi delle validissime soluzioni. Semplici rimedi casalinghi che con una buona dose di costanza e volontà possono rappresentare la giusta terapia.

Come curare una forma di gastrite?

Si potrebbe utilizzare ad esempio il latte di cocco, ottimo rimedio naturale. Il sollievo dell’intestino, generato dopo l’assunzione del latte di cocco è quasi immediata. Per questo risulta un metodo particolarmente efficace per contrastare i primi dolori generati da questo disturbo. Anche la calendula risulta alquanto miracolosa per la cura naturale di problemi gastrici. Consiglio l’assunzione di questa pianta massimo 3 volte al giorno, sino alla completa scomparsa dei dolori.

Un altro rimedio naturale è il succo di patata. Strano a dirsi, ma a conti fatti, sorprendentemente valido. Un estratto a base di patate poco prima dei pasti, può migliorare lo stato di salute dell’intestino ed evitare pericolose degenerazioni della gastrite come la colite ulcerosa. Lo zenzero invece andrebbe consumato sempre e assunto prima del pranzo, perchè favorisce la digestione degli alimenti, svolgendo in questo modo una vera e propria funzione preventiva contro la gastrite e gli altri disturbi intestinali.
Tra i rimedi casalinghi più bizzarri si segnala pure un frullato davvero speciale composto da 3 grammi di succo di spinaci, combinato con 4 grammi di carote ed una radice di liquirizia.

La scoperta dell’acqua calda”

Proprio così. Anche una semplice bevanda acquosa, servita a temperatura superiore ai 40° può essere un’ottima terapia casalinga per la gastrite. L’intramoltabile borsa che si usa quando si ha la febbre è un sistema molto più valido di quello che si può pensare. Basterà applicarla per circa 2 ore e mezzo dopo ogni pasto e aspettare che gli spasmi allo stomaco diminuiscano gradualmente.
Se però nessuno di questi rimedi casalinghi alla gastrite nervosa funzionerà, si rende necessario rivolgersi ad uno specialista come un naturopata, affinchè attraverso un corretto piano dietetico e repertorio terapeutico, vi indichi come far cessare la sofferenza in maniera definitiva.