dissenteria-causeLe persone che hanno il timore di uscire di casa per paura di avere un attacco di dissenteria sono molte più di quelle che si pensa. Le cause della dissenteria possono essere plurime, ma molte volte sono associate a problematiche psicologiche e per questo più difficili da affrontare da soli.

Tutto può iniziare con un attacco di dissenteria che colpisce il malcapitato in una tavola calda o ad esempio in ufficio dopo la pausa pranzo. Un’esperienza non certo piacevole, ma che potrebbe divenire drammatica se non affrontata con il giusto piglio e qualora ci si lasciasse sopraffarre dal nostro lato emotivo. E’ così che la paura di mangiare lontano dalla propria abitazione diventa una realtà concreta e riuscire a spiegare a sé stessi le cause di questa dissenteria e arginare la paura legata a questo disturbo diviene impresa impossibile. In questi casi tra le prime cause che si associa alla dissenteria vi è l’eccesso di ansia e la ferma convinzione che ogni qual volta si esca di casa un attacco di dissenteria possa essere sempre lì in agguato, fuori dalla nostra porta, pronta a minare la nostra stabilità emotiva e fisica.

Prima di uscire di casa il pensiero che possa venire la diarrea, non appena si esce, il terrore che un attacco possa colpirci. Un vicolo senza uscita nel quale ci sentiamo imprigionati, senza riuscire a trovare dei rimedi concreti per curare la dissenteria. La consapevolezza nel soggetto affetto da attacchi di diarrea che si tratti di un problema psicologico esiste, ma non sembra migliorare la situazione, tanto da metterlo ancora più in crisi non appena si ritrova in uno spazio esterno, al chiuso. La differenza che avverte rispetto alla tranquillità percepita tra le mura di casa o gli ambienti “famigliari” è tale da rendere ancor più problematica la sua condizione.

Il soggetto che ha paura di avere attacchi di diarrea tende a portare con sé pastiglie di Imodium, ma la sua condizione non sembra migliorare. Non sono i farmaci che agiscono a livello fisico migliorare la condizione psicologica di un soggetto. Chi cerca i medicinali come rimedi per questo tipo di dissenteria rischia di fare l’ennesimo buco nell’acqua. Questo perchè nella maggior parte delle volte, se non nella totalità dei casi, questi attacchi di dissenteria non avverranno mai. Ne a casa e nemmeno fuori casa.

“Le cause della dissenteria vanno quindi cercate altrove, molto più vicini di quanto si pensa, ovvero dentro sé stessi”.

Tra le cause di una dissenteria di questo tipo occupa un posto principale certamente il timore di non riuscire a controllare pienamente il proprio corpo. E’ da qui che nasce il ciclo ansia-terrore-dissenteria, causa regina di questa paura da attacchi di diarrea. La soluzione a questo tipo di problema è di fondamentale importanza perchè questo terrone non fa altro che aumentare lo stress individuale e quindi favorire una condizione di affaticamento di tutto il corpo che in certi casi può manifestarsi attraverso l’emergere di problemi di colite e di colon irritabile.

Accade così che una semplice paura può divenire talmente “concreta” dal punto di vista mentale da far nascere disturbi “reali” nel nostro organismo e obbligarci quindi a iniziare una vera terapia per il colon irritabile. I problemi intestinali sono ben più gravi della mera paura di attacchi di diarrea e applicarsi per scoprire come curare la colite risulta decisamente più impegnativo che stigmatizzare una semplice paura, perchè necessita di una terapia personalizzata.
Il miglior rimedio per curare la dissenteria causata dalle nostre ansie è quello di convincersi del fatto che in fondo non sia così determinante controllare al 100% il nostro corpo e che anche una diarrea improvvisa, tutto sommato non può rappresentare un dramma rispetto a tante altre brutte tragedie che coinvolgono la vita di altre persone. Se le cause della nostra diarrea sono mentali, anche i rimedi alla dissenteria devono essere di questo tipo.

Dobbiamo imparare a convincere il nostro cervello che una dissenteria non può rovinarci l’esistenza, alla stregua di come non la rovina a tutti gli altri. Anche perchè, come dicevamo, bisogna essere coscienti che esasperando questa paura, potremmo suggestionare a tal punto il nostro corpo da alimentare l’irritazione del nostro colon e dover affrontare una cura ben più impegnativa, come una terapia per il colon irritabile.
Nonostante questo è possibile dare qualche suggerimento su cosa mangiare in caso di dissenteria. Favorire una dieta per combattere la diarrea vuol dire per certi versi iniziare una dieta preventiva per la colite cronica.

Cibi suggeriti per questa dieta anti diarrea:
Melanzane, noci, mele, pane (evitare quello con cereali o integrale), carote, pollame, zucchine, patate e cioccolato amaro.
In caso di dissenteria preferire nella dieta i centrifucati alla frutta intera.
Cosa non mangiare invece quando si soffre di dissenteria sono invece: le verdure ricche di fibre, i kiwi, le prugne, bevande gassate.

In ogni caso comunque è buona norma aumentare il consumo di acqua.