rimedi-naturali-stressNon possiamo iniziare questa rassegna che vuole descrivere quegli elementi di origine assolutamente naturale per guarire condizioni stressanti partendo dai famosi fiori di Bach.
Spesso l’utente medio può avere la percezione che si sopravvaluti questo filone di medicina, ma io,  analizzando i risultati sui miei pazienti, non posso che oppormi a questo punto di vista, affermando la notevole capacità curativa della floriterapia per risolvere tante situazioni difficili, compresi i casi di colite causata dallo stress. Là dove la medicina convenzionale di “sintesi” non arriva, spesso sono proprio le soluzioni più semplici, provenienti direttamente da Madre natura a riuscire nell’impresa.
La posologia per l’assunzione di questi fiori è di 4 gocce, per 4 volte al giorno.
Si ricorda a tutti che trattasi di prodotti acquistabili con facilità presso erboristerie anche di media o piccola dimensione.

Fiori di Bach: musica per il nostro cuore

Anche quando un soggetto sembra relativamente sereno, con uno stato d’animo pacificato, spesso può nascondere dei disequilibri sul piano nervoso.
Alcune persone sembrano voler dare l’immagine opposta rispetto alle sensazioni che stanno vivendo interiormente. L’utilizzo di una medicina naturale come Agrimony rappresenta la cura ideale per questo tipo di individui.
I suoi principi aiutano a far emergere il carattere più fraterno del soggeto, ben predisponendolo alle relazioni sociali. Agrimony permette di recuperare quella percezione di pace interiore perduta, a causa del cattivo stato in cui si trova il sistema nervoso.

Aspen, è invece quel rimedio basato su elementi 100% naturali che andrebbe ricercato da coloro che soffrono da crisi di panico e che risultano soggetti a paure. Grazie a questo prodotto naturale per combattere lo stress si potrà rasserenare lo stato mentale di tutti coloro i quali percepiscono quella strana sensazione di precarietà, associata alla possibilità che un cattivo evento possa da un momento all’altro presentarsi nel corso della giornata. Un pizzico di spavalderia che serve a migliorare la vita dei soggetti più “bloccati” dalla paura.

Rock rose, al di là del nome fantastico, si presenta come uno stimolo naturale a chi tende a vivere la condizione di stress come un momento buio, spesso affrontando veri e propri stati depressivi. Rock rose dona una seconda possibilità alla psiche, tranquillizzandola da ogni punto di vista e allo stesso tempo alimentando nell’individuo la voglia di uscire da quel tunnel di tristezza.

Red chestut mitiga l’ansia legata all’incapacità di sapersi rapportare agli altri. Quel senso di inadeguatezza legato alle situazioni, può portare ad una drammatica fuga dalle proprie responsabilità e spesso preannunciare gesti innaturali, a volte inspiegabili. Questo fiore consente di risollevare l’umore delle persone che provano sulla propria pelle questa condizione, stimolandoli naturalmente ad una reazione concreta che permetta loro di riconquistare la vita con i denti.

Anche il Mustard ha una funzione simile. Questa pianta della salute farà da sostegno ai pazienti più o meno consapevoli della loro depressione, facendoli recuperare la forza di volontà per combattere la tristezza interiore vissuta. Un vero antidoto naturale contro la noia e l’infelicità quotidiana, spesso la prima causa di insoddisfazione sia sul piano umano che su quello professionale.

Rescue remedy riassume in un unico bio prodotto, le qualità di tutti i fiori sin qui descritti. Un vero ospedale per l’animo umano, che può fare straordinari miracoli per contrastare l’azione degenerativa degli stressors.

A scuola con la salute

In questa rassegna di rimedi naturali per recuperare la calma perduta, non potevano mancare all’appello i fiori australiani.
Un tipo di cura meno noto rispetto quella basata sui fiori di bach, ma che tanto successo sta riscuotendo negli studi di naturopatia di tutto il Mondo.

Flent espression: dona un grande impulso al dialogo. Migliora la sensazione di trovarsi in pubblico e garantisce maggiore sicurezza rispetto alle proprie azioni. Consigliatissimo fiorellino per i soggetti particolarmente timidi o ansiosi.
Stess stop: come lascia intendere lo stesso nome, trattasi di un inebitore dell’ansia. Questo fiore australiano fa sentire sé stessi a proprio agio, migliorando le capacità mentali dell’individuo, che spesso vive la propria condizione come marginale e quindi fonte di infelicità.

I colori del sonno

Negli ultimi 10 anni abbiamo visto crescere l’interesse verso le cure cromoterapiche. Soprattutto nell’ambito dei pazienti che dimostravano grandi difficoltà nell’addormentarsi, i vantaggi associati con la cromoterapia sono stati eccezionali. In modo più specifico, la tonalità che secondo numerosi studi sembrerebbe straordinariamente efficacie per riequilibrare lo stato d’animo dell’individuo stressato è il blu. L’azzurro scuro, tendente al blu pare sollecitare pensieri positivi nelle persone e viene presto associato a benessere mentale e pace interiore.
Il colore che appare invece la cura naturale migliore per fomentare la creatività negli individui più timidi è l’arancione. I soggetti timidi, con forte necessità di essere stimolati e spronati a combattere la loro condizione di stasi permanente dovrebbero circondarsi di pareti color arancio e vestire con abiti di questa tonalità. La tecnica della tinta arancione è spesso utilizzata in ambito artistico per trovare la cosiddetta ispirazione. Non è certo un caso se in diversi meeting di meditazione, organizzati a livello aziendale, si trovino spesso scenari dominati da questa vivace colorazione.

Aromaterapia: profumo di guarigione

L’olfatto è da molti ricordato come il senso del benessere mentale. La cura a base di profumi si basa proprio sull’idea che determinate essenze possano influire positivamente sulla condizione fisica delle persone. Seguirà un breve elenco di sostanze, cibi e piante di vario genere, facilmente reperibili, che possono aiutarvi a risolvere problemi anche gravi.
La pianta di lavanda si è dimostrata un ottimo palliativo contro il nervosismo.
La camomilla, come è noto, è un potente calmante, in grado di rilassare le pareti intestinali e spesso utilizzata per combattere la colite.
L’arancia dolce ha qualità lenitine e riporta la gioia nelle persone.
L’anice stimola all’essere positivi, anche difronte a situazioni piuttosto complicate
Biancospino risulta un medicinale naturale molto valido per chi accusa problemi di tachicardia e pressione alta.
La melissa si prenderà invece cura dell’apparato digerente.
Sempre contro l’insonnia, si potranno diffondere essenze a base di passiflora, valeriana e fiori d’arancio per provare benefici nel medio e lungo periodo.

Per qualsiasi dubbio o curiosità, lasciate un commento all’articolo, grazie.